Valencia: YouHope entra anche nelle scuole!

Valencia: YouHope entra anche nelle scuole!

“Lo spirito del Signore Dio è su di me perché il Signore mi ha consacrato con l’unzione; mi ha mandato a portare il lieto annunzio ai miseri, a fasciare le piaghe dei cuori spezzati, […] a promulgare l’anno di misericordia del Signore” (Isaia 61, 1-3)

Questo è ciò abbiamo vissuto a Valencia, dall’1 al 6 marzo, noi missionari della Comunità Abramo provenienti dall’Italia, dalla Svizzera e da Madrid, insieme ad alcuni giovani della città.

Abbiamo iniziato venerdì 1 marzo animando la Veglia dei giovani nella Basilica de la Mare de Déu, grazie ai canti dell’Abramo’s band. È stata un’occasione per pregare Dio insieme a tutti i giovani di Valencia, condividendo la fede e l’amicizia nell’essere figli dello stesso Padre.

Sabato 2 marzo abbiamo continuato con due incredibili eventi di evangelizzazione e preghiera. La mattina, nella Parrocchia di San Agustín, abbiamo invitato le persone che passavano per la strada a fermarsi per un po’ di tempo davanti al Santissimo e ad affidargli tutte le loro suppliche e i loro desideri, lasciandosi avvolgere dall’Amore di Dio.

Nel pomeriggio abbiamo avuto l’incontro di testimonianza e di preghiera “Il meglio deve ancora venire” aperto ai giovani cresimandi, nel Monastero di Santa Catalina di Paterna, dove abbiamo scoperto che Gesù è la cosa migliore che possiamo aspettarci nella nostra vita.

Domenica 3 abbiamo animato la Santa Messa con i bambini nella parrocchia della Madre del Redentor del quartiere di La Coma con canti e la potente testimonianza di vita di Gabriel, fuggito dalla Siria per scampare alla guerra.

Lunedì 4 marzo abbiamo incontrato i giovani studenti universitari della Facoltà di Psicologia di San Juan Bautista nella caffetteria dell’Università, condividendo con loro un momento di gioia e amicizia attraverso canti, testimonianze e mimi kerigmatici. Ospite speciale: il Minion!

Martedì 5 con l’evento “Tu vali” siamo entrati nelle classi del Collegio di Santiago Apóstol e San Bartolomé di Godella per portare la gioia di essere amati da Dio e di valere tutto ai suoi occhi.

Infine, mercoledì 6 siamo stati accolti anche dalla Scuola San Juan Bosco, dove, tra canti e danze, abbiamo vissuto un’incredibile esperienza di unità e condivisione.

Nel pomeriggio, presso la Facoltà di Medicina di San Carlos Borromeo, dopo la Santa Messa delle ceneri, è seguito l’evento “Qual è il tuo prezzo?”, durante il quale siamo stati insieme ad alcuni universitari trascorrendo con loro una notte di festa “differente”, scoprendo che ognuno di noi vale moltissimo, addirittura il sangue di Gesù!

Grazie Signore per tutti i doni che ci hai fatto, per tutte le persone che ci hanno accolto, per tutti i sorrisi ricevuti e condivisi, per l’opportunità di portare la gioia della fede in mezzo al mondo perché ogni vita sia il meglio che tu hai, già, pensato!

¡En la Catedral de Madrid un río… de gracia!

¡En la Catedral de Madrid un río… de gracia!

Ayer, sábado 23 de febrero, en la capilla de la Catedral de la Almudena de Madrid, Jesús tocó con su Amor los corazones de quienes se acercaron a Él con peticiones, esperanzas, dolores, miedos y sueños. Escuchó las oraciones de cada persona y donó un rato de descanso y paz en medio de la frenesí de la ciudad que todo lo ofrece excepto silencio y serenidad.

Damos gracias a Dios porque … “¿Quién pretenderá contar sus misericordias? Nada hay que quitar, nada que añadir, y no se pueden rastrear las maravillas del Señor”. (Eclesiástico 18, 5-6)

¡Hasta la próxima!

Adoración eucarística bendecida al Niño del Remedio de Madrid

Adoración eucarística bendecida al Niño del Remedio de Madrid

Un goteo ininterrumpido de personas ha estado pisando el Oratorio del Niño del Remedio esta tarde, domingo 17 de febrero, en Madrid, para “bendecir al Señor, sin olvidar sus beneficios”, en las palabras del salmo 103 comentadas por nuestro muy querido amigo Rvdo. D. Miguel De Santiago.

Damos gracias a Dios por esta tarde de amistad y bendición vivida por nosotros y por todas la gracias que Dios, en su presencia eucarística, ha derramado en los corazones de quienes se han acercado a Él.

¡Hasta la próxima!

El próximo sábado, 23 de febrero, estaremos en la Catedral de la Almudena de 16 a 18h.
¡pásate, te sorprenderás!

Cuando la semana de evangelización es “la que se avecina”

Cuando la semana de evangelización es “la que se avecina”

“La que se avecina” además de una serie, es la semana más esperada del cuso.

¿A qué nos referimos? A la primera semana de marzo; del 1 al 6, cuando se unirán en Valencia un grupo de jóvenes valencianos, madrileños e italianos, para compartir  por las calles, parroquias, colegios y universidades de forma sencilla y directa, que Jesucristo “es con mucho, lo mejor”.
Aquí van algunas fechas:

VIERNES 1, 22 H: Vigilia de los jóvenes en la Basílica de la Virgen

SÁBADO 2, DE 10 A 12.30 H.: Evangelización urbana en la Parroquia de San Agustín

DE 16 A 17.30 H.: Encuentro testimonial y vigilia de oración con jóvenes de confirmación y jóvenes que aspiran a algo más grande en el Monasterio Sta. Catalina de Paterna

DOMINGO 3, 11.30 H.: Sta. Misa en la Parroquia Madre del Redentor del barrio de La Coma

LUNES 4: Encuentro en la Facultad de Psicología San Juan Bautista · UCV

MARTES 5: Encuentro en la Facultad de Medicina San Carlos Borromeo · UVC, Colegio Santiago Apostol y Colegio San Bartolomé de Godella.

MIÉRCOLES 6: Encuentro en el Colegio San Juan Bosco por la mañana. Sta Misa de Miércoles de  ceniza y encuentro con universitarios en San Carlos Borromeo por la tarde.

¿qué más falta? tu participación y oración.

¡Contamos contigo!

Síguenos en las rr.ss. youhope.es 

 

Brillante formazione a Valencia: come ascolto la Parola di Dio?

Brillante formazione a Valencia: come ascolto la Parola di Dio?

Come ascolto la Parola di Dio?

Con questa domanda provocante D. Edgar Esteve, Delegato Diocesano di Liturgia, ci ha introdotti alla conoscenza dell’OGMR, ossia l’Ordinamento Generale del Missale Romano, che da forma al lezionario che oggi giorno si utilizza durante la celebrazione dell’Eucaristia.

Tuttavia, nonostante l’Eucaristía abbia il suo “punto zero” nell’Ultima Cena, sappiamo che lungo la storia i riti sono cambiati, mantenendo fermo le cose fondamentali certamente; ció che invece ha sorpreso tutto noi che ascoltavamo è che la Liturgia della Parola nella Sta. Messa cosí come la conosciamo oggi, ha meno di cinquant’anni. Il Concilio Vaticano II ha impulsato lo studio sistematico della Parola di Dio affinchè i fedeli, laici e sacerdoti, fossero piú coscienti di essa.

Cosí, se le letture sono state ordinate secondo il Ciclo A, B, C per guidare la liturgia festiva e secondo un biennio pari e dispari per la liturgia feriale, dobbiamo ringraziare una speciale commissione di biblisti che negli anni ’70 si rimboccarono le maniche perchè noi potessimo conoscere in modo completo i quattro vangeli in tre anni. Di fatto, Matteo va nel ciclo A, Marco nel B e Luca nel C. E Giovanni? A lui riserviamo i tempi forti.

Il ciclo biennale di divide in pari e dispari, come abbiamo visto, quindi quest’anno, 2019, leggiamo il dispari.

Per conoscere i criteri con cui si scelgono le letture  quotidiane, puoi chiedere le catechesi in formato audio a comunidadabraham@gmail.com.

Ti salutiamo con le parole di Timoteo:

“14 Tu però rimani saldo in quello che hai imparato e di cui sei convinto, sapendo da chi l’hai appreso 15 e che fin dall’infanzia conosci le sacre Scritture: queste possono istruirti per la salvezza, che si ottiene per mezzo della fede in Cristo Gesù. 16 Tutta la Scrittura infatti è ispirata da Dio e utile per insegnare, convincere, correggere e formare alla giustizia, perché l’uomo di Dio sia completo e ben preparato per ogni opera buona.” 2Tim 3,14-17

Ci vediamo la prossima, quando aprrofondiremo le Letture della Settimana Santa.